Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica Aids, appello delle associazioni: "Infezione sottostimata in Italia. Serve più prevenzione"

pubblicità

Aids, appello delle associazioni: "Infezione sottostimata in Italia. Serve più prevenzione"

alt

Una lettera delle associazioni per la lotta all'Aids all'Istituto superiore della Sanità (Iss) e al ministero della Salute per portare l'attenzione sul problema della prevenzione.
L'appello di Lila, Nadir, Arcigay e Plus al commissario dell'Iss,  Gualtieri Walter Ricciardi, e al direttore dell'Iss, Lino Del Favero, e al ministro Beatrice Lorenzin, anticipato a Repubblica, ha un obiettivo: far conoscere l'epidemia, spesso dimenticata, per evitare che il virus dell'Hiv si diffonda.
Anche perché la mancanza di percezione del rischio e della conseguente necessità di proteggersi, è uno dei principali fattori che favoriscono il contagio.

E gli ultimi dati in materia vedono sempre più a rischio la fascia dei giovanissimi.
Secondo un recente studio dell'Università di Tor Vergata, negli ultimi anni c'è stato un aumento di infezioni, del 10-15% nella fascia più giovane, tra i 16 e i 25.
LA LETTERA
L'allarme dell'Oms.
A lanciare l'allarme è prima di tutto  l'Oms.
A 33 anni di distanza dalla scoperta del virus dell'Hiv, la malattia non fa più paura come in passato, ma rischia di essere sottovalutata.
Si conoscono i metodi di trasmissione, ma si continuano a registrare nuovi casi.

 

Tratto da www.repubblica.it. Prosegui nella lettura dell'articolo



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni