Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica Anche le donne possono diventare dipendenti dalla pornografia

pubblicità

Anche le donne possono diventare dipendenti dalla pornografia

alt

LONDRA - Così come gli uomini, anche le donne possono diventare dipendenti dalla pornografia online.
Almeno questo è quanto emerso da uno studio della Duisburg-Essen University in Germania, pubblicato sulla rivista Cyberpsychology, Behavior and Social Networking.
Solo il 17 per cento delle donne si definisce "dipendente" dal porno online.
Il nuovo studio ha scoperto che l'uso pesante della pornografia potrebbe rendere alcune donne "ipersessuali", che è un disturbo della personalità che spinge a spendere molto tempo in fantasie sessuali.

Gli scienziati hanno inoltre scoperto che l'ipersessualità delle donne somiglia molto a quella precedentemente osservata negli uomini con lo stesso problema: dipendenza da pornografia, masturbazione eccessiva e promiscuità.
Lo studio ha coinvolto 102 giovani donne, la metà delle quali consuma porno online e l'altra metà no.
Un esperimento ha anche analizzato i livelli di eccitazione alla vista di 100 immagini pornografiche, così come il desiderio per il sesso.
"I risultati - hanno riferito i ricercatori - indicano che gli utenti porno di Internet trovano le immagini pornografiche più eccitanti e hanno riportato maggiore desiderio rispetto ai non utilizzatori".

 

Tratto da m.repubblica.it. Prosegui nella lettura dell'articolo



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni