Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica Codipendenza alcolica: a rischio la famiglia

pubblicità

Codipendenza alcolica: a rischio la famiglia

alt

La dottoressa M. Rusnáková della Catholic University di Ružomberok (Slovacchia) ha presentato alla 6th International Conference on Intercultural Education uno studio il cui scopo è stato quello di definire ed analizzare il processo di codipendenza in famiglie con problemi d’abuso di alcol.
La ricerca ha descritto le diverse fasi focalizzandosi sull'esperienza e il comportamento di codipendenza verso un membro dipendente della famiglia.
Lo studio pubblicato sulla rivista Social and Behavioral Sciences rappresenta una ricerca di analisi qualitativa con un approccio di Grounded theory che ha tenuto conto di alcune idee di interazionismo simbolico, il quale, in relazione all’ambito di studio, è stato ritenuto il metodo di indagine più adeguato.
I partecipanti alla ricerca sono stati sottoposti ad un’intervista semi-strutturata atta ad indagare semplici costrutti di base, con domande a risposte aperte per una più libera formulazione da parte dei soggetti.

Sono stati reclutate 7 famiglie con all’interno una persona alcolista, tutti i membri sono stati sottoposti all’intervista ossia i genitori, i fratelli e i partner.
Uno dei risultati più interessanti della ricerca è stata la creazione di un modello di analisi per codipendenza focalizzato sull'esperienza e il comportamento dei codipendenti.
Dal modello emergono alcuni elementi che possono essere utili, ad esempio per l'intervento di un assistente sociale, in famiglie con problemi di dipendenza di alcol, nel loro contesto culturale, tra questi: la codipendenza; le condizioni che generano lo sviluppo di codipendenza; il contesto (cioè il particolare insieme di caratteristiche in cui si sviluppa la codipendenza); le strategie di comportamento e le interazioni in cui la codipendenza è gestita o controllata; le conseguenze di queste strategie.
Lo studio definisce inoltre le diverse fasi che costituiscono un rapporto di codipendenza, vale a dire: negazione, rabbia, salvataggio, tristezza, odio e riconciliazione.


Tratto da www.droganews.it. Prosegui nella lettura dell'articolo



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni