Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica Dormire poco riduce le dimensioni del cervello

pubblicità

Dormire poco riduce le dimensioni del cervello

alt

Il sonno è importante, lo dimostrano ormai numerosi studi ed evidenze.
Ma non solo è importante il tempo dedicato al riposo, o le ore di sonno, lo è anche la qualità. Spesso poi le due cose vanno a braccetto, ossia quando vi è difficoltà a dormire ne risente anche la qualità.

E proprio le difficoltà nel dormire sono state collegate a un più alto tasso di rapidità nella riduzione delle dimensioni del cervello, in un nuovo studio pubblicato su Neurology – la rivista medica dell’American Academy of Neurology (AAN).

Il cervello, proprio grazie al sonno, si ripristina e ripara durante le ore di riposo notturne.
E’ pertanto chiaro che se non dormo, questo non può avvenire – la stessa cosa vale se dormo troppo poco o male.
Se capita sporadicamente, come può essere per ognuno, niente di male, ma se la cosa si ripete nel tempo, ecco che possono insorgere problemi di salute cerebrale.

Per comprendere meglio cosa accade nelle persone che sono soggette a disturbi del sonno, i ricercatori, coordinati dalla dott.ssa Claire E. Sexton dell’Università di Oxford, hanno reclutato 147 adulti di età compresa tra i 20 e gli 84 anni per esaminare il legame tra disturbi del sonno, come l’avere difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno durante la notte, e il volume del cervello.

 

Tratto da www.lastampa.it. Prosegui nella lettura dell'articolo



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni