Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica LE FAMIGLIE D'ANIMA

pubblicità

LE FAMIGLIE D'ANIMA

family
La famiglia è la struttura fondamentale per crescere i bambini. Un nucleo in evoluzione, una realtà che nell'affido e nell'adozione parla una lingua speciale, quella della genitorialità d'anima, dell'amore senza etichette. "L'accoglienza familiare di un bambino", dice Alessandro Bruni, genitore affidatario da 25 anni, "non è mai indolore e deve essere affrontata come il male minore rispetto all'abbandono".

Bruni ha di recente scritto il libro "Manuale per famiglie controcorrente. L’accoglienza familiare fra teoria e pratica", in libreria con Edizioni Psiconline (collana Punti di Vista, 240 pagine, 26 euro), casa editrice di psicologia, psicoterapia e scienze umane.


"Nell'accoglienza", osserva Bruni, "è importante aiutare il bambino alla presenza nella sua vita, nella sua storia, di figure genitoriali doppie. Avere due madri e due padri è senza dubbio complesso, ma possibile se si conduce un'esperienza armonica che leghi affetto e formazione". Riuscire dunque a entrare nelle dinamiche di questo fenomeno, con analisi teorica e pratica, diventa cruciale per quante giovani famiglie vogliano avvicinarsi all'esperienza dell'affido e dell'accoglienza. Un'urgenza per il nostro Paese, dove si conta che i bambini senza famiglia siano siano decine di migliaia. Un argomento alla ribalta della cronaca, come racconta il Web, che scopre azioni mirate.

l___accoglienza_familiare_1304281704
AFFIDO IN ITALIA. IL FRIULI. Ci sono istituzioni che vogliono lavorare a sostegno, anche economico, del volontariato che si mette in rete. Va in questa direzione l’impegno del Friuli Venezia Giulia per le associazioni che promuovono l’affido familiare e, presto, per le famiglie affidatarie che si stanno mettendo in rete.  Almeno stando all'assessore regionale alle Politiche sociali, Vladimir Kosic, come pubblicato in un articolo su /www.figliefamiglia.it del 22 marzo 2011. Stando all'articolo in Friuli Venezia Giulia sono circa 9 mila i minori seguiti dagli assistenti sociali. Un fenomeno in crescita soprattutto tra gli immigrati. La regione Friuli nel 2010 ha sostenuto l’affidamento con 360 mila euro, cifra immutata nel 2011. La Regione punta a creare una vera e propria rete di servizi, che coinvolga servizi sociali dei comuni, consultori familiari delle aziende sanitarie, magistratura minorile, terzo settore, ufficio scolastico.

VENETO.  In questa Regione l'obiettivo 2011 è di arrivare ad avere 1500 famiglie autorizzate all’affido familiare, il doppio di quelle attuali. Per questo partono in questo periodo  corsi di formazione e il coordinamento tra servizi sociali, enti locali e famiglie affidatarie o aspiranti per attualizzare al meglio l'accoglienza. Potenziare l'affido familiare, stando a fonti regionali venete.

PAGINE DI VITA. "Nel mio libro", continua Alessandro Bruni, "ho cercato di illustrare in maniera ampia l'accoglienza familiare, raccontando come la si attua, quali sono i fondamenti dell'adozione, dell'affidamento o dell'accoglienza temporanea. Il testo, scritto con rigore e passione, esplora anche quali sono i minori che hanno bisogno di essere accolti, quali sono le famiglie accoglienti, affidatarie o adottive, e infine come e perché le famiglie divengono accoglienti dedicandosi a crescere figli biologicamente altrui". Un approccio nuovo che l'autore difende. "La novità del volume", conclude, "è rappresentata dal confronto tra i punti di vista degli studiosi accademici, degli operatori e delle famiglie accoglienti. Per queste ultime l'apporto non è di testimonianza ma di conoscenza esperienziale, offrendo una voce di controcanto a chi affronta l'accoglienza come materia di studio e di lavoro, ma che non la vive all'interno della sua famiglia. I tre percorsi di lettura, teorico, metodologico ed esperienziale, sono sviluppati separatamente in ogni capitolo e questa struttura lo rende  uno strumento agile e fruibile a diversi livelli".

Articolo ispirato dalla lettura di "Manuale per famiglie controcorrente. L’accoglienza familiare fra teoria e pratica", Edizioni Psiconline, collana  "Punti di Vista", 240 pagine, costo 26 euro.



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni