Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica L'origine dell’empatia: a 7 mesi bambini già «consapevoli dell’altro»

pubblicità

L'origine dell’empatia: a 7 mesi bambini già «consapevoli dell’altro»

Empatici a sette mesi: i bambini di questa età sarebbero già in grado di riconoscere il punto di vista altrui e immedesimarsi nelle vicissitudini degli GirlWithBaby

altri. Ad affermarlo è uno studio pubblicato su Science dai ricercatori della Hungarian Academy of Sciences di Budapest (Ungheria), i cui risultati contrasterebbero con l’idea, finora generalmente accettata, secondo cui la “consapevolezza dell’altro” non avrebbe origine prima del compimento dei quattro anni.

 

 

Nel corso dell’esperimento, i ricercatori hanno osservato le reazioni di 56 bambini di sette mesi, mentre assistevano alla proiezione di un cartone animato, nel quale il protagonista osservava il movimento di una palla che, in base alla scena, si bloccava dietro un rettangolo - venendone nascosta -, o rotolava lungo un tavolo fino a sparire. Gli esperti hanno constatato che i bimbi prestavano maggiore attenzione quando le immagini mostravano un risultato inatteso e sorprendente per il protagonista, mostrando la sua stessa reazione: ciò dimostrerebbe che i soggetti tendevano ad assumere il punto di vista del personaggio raffigurato, non soltanto il loro.

“I risultati dimostrano l’esistenza di una ‘primaria’ consapevolezza degli altri, già in bambini così piccoli”, afferma Ágnes Kovács, che ha guidato lo studio.

Tratto da "IlSole24Ore.com"



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni