Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica Scoperta la zona del cervello che da destro ti fa mancino

pubblicità

Scoperta la zona del cervello che da destro ti fa mancino

images
C'è una zona del cervello che determina la nostra propensione a utilizzare la mano destra o la sinistra per fare certe azioni. Neutralizzando la parte che sceglie automaticamente per noi, si possono indurre i 'mancini' a usare la mano destra che solitamente non utilizzerebbero. E viceversa. La zona che sceglie la 'sinistra' è la corteccia parietale posteriore sinistra.

La scoperta è di Flavio Oliveira, dell'Università della California a Berkeley, che con la stimolazione magnetica transcranica (Tms) è riuscito a 'confondere' quest'area del cervello inducendo dei volontari a fare delle cose con la mano che altrimenti non userebbero di preferenza.

 


L'esperimento è stato pubblicato sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze 'Pnas'. L'area scoperta è la corteccia parietale posteriore, già nota perché importante nella pianificazione dei nostri movimenti. E' vero che i destri preferiscono usare la mano destra, i mancini la sinistra, ma è anche vero che nei nostri movimenti ci deve essere un minimo di pianificazione su quale mano usare, soprattutto quando svolgiamo due azioni manuali contemporaneamente, per esempio se premiamo il bottone dell'ascensore mentre con l'altra mancini-o-destrorsi
mano frughiamo nella borsa alla ricerca del telefonino.

E' plausibile pensare che si impegna la mano 'principale' nell'azione più difficile, e l'altra in quella che lo è meno.

I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di volontari destrimani di raggiungere con entrambe le mani degli oggetti in varie posizioni su di un tavolo, poi hanno 'disturbato' la corteccia parietale posteriore sinistra e destra con la Tms, tecnica non invasiva e indolore che crea interferenza con le onde elettriche del cervello e 'spegne' temporaneamente l'area su cui viene 'puntata'.

Puntando la Tms sulla corteccia parietale posteriore sinistra, i volontari prendevano a usare di preferenza la mano sinistra piuttosto che la destra. Questa zona della corteccia, dunque, ha un ruolo nella pianificazione sulla mano da usare.

Tratto da "Repubblica.it"



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni