Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica SESSUALITA’ E DISABILITA’: L’IMPORTANZA DI UN APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE

pubblicità

SESSUALITA’ E DISABILITA’: L’IMPORTANZA DI UN APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE

disabiliParlare di diritto alla sessualità di una persona con adeguati livelli di consapevolezza a prescindere dalle sue specifiche autonomie è cosa assai diversa che parlare dello stesso diritto rapportato ad una persona con minore o nulla adeguatezza sul piano della consapevolezza.
Da qualche tempo si è squarciato finalmente il velo su una tematica che fino a pochi anni fa poteva considerarsi un vero e proprio tabù. Stiamo parlando della sessualità e della affettività delle persone con disabilità.
Finalmente, dicevamo, inizia un po’ alla volta a sgretolarsi quella idea del tutto fuorviante che la persona disabile sia una sorta di angelo: un individuo che, poiché privato di alcune sue facoltà (siano esse fisiche, mentali o sociali), non dovrebbe provare desideri legati al suo corpo o ai suoi sentimenti.

La battaglia è quindi, in primis, di tipo culturale: un lavoro sulla percezione stessa della questione da parte dell’opinione pubblica, ma anche dei famigliari, o comunque di chiunque non sperimenti la disabilità sulla propria pelle. In questo ultimo periodo stiamo assistendo, in questo senso, a un cambio di rotta, per lo meno nello spazio che queste tematiche sembrano guadagnarsi sugli stessi mezzi di comunicazione, portando la questione a conoscenza di un pubblico sempre più vasto. Libri, film, servizi televisivi stanno aiutando a far capire come una persona con disabilità abbia necessità e diritto di vedere accolti questi suoi bisogni, anche se questo non basta, o comunque, da solo, non è sufficiente.

Prosegui con la lettura dell'articolo: www.disabili.com

 



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni