Loss Program Weight

Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone


Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

 

Contatto Skype
Il mio stato

 

Lunedì / Venerdì
ore 10 -18.30

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica Paura, rabbia e odio negli sms dell’11 settembre

pubblicità

Paura, rabbia e odio negli sms dell’11 settembre

cron_15200812_25300
Rabbia, ansia e sentimenti di vendetta. Sono le emozioni più frequenti ricavate dagli sms scambiati dai cittadini Usa nelle ore immediatamente successive agli attentati dell`11 settembre 2001 alle Torri Gemelle e al Pentagono.

L`analisi dei contenuti di oltre 500.000 messaggini telefonici eseguita dai ricercatori dell`Università di Mainz, in Germania, e pubblicata su Psychological Science, ha permesso di fotografare attraverso le parole affidate ai cellulari l`onda emotiva seguita agli attacchi terroristici.



Gli psicologi tedeschi Mitja D. Back, Albrecht CP Küfner e Boris Egloff hanno utilizzato un software per esaminare le trascrizioni di migliaia di brevi messaggi di testo pubblicati in forma anonima dal sito WikiLeaks, già noto per aver messo online rapporti segreti delle fonti militari. Si sono soffermati in momenti chiave di quella infinita giornata, il crash aereo, i due discorsi di George W. Bush, il panico collettivo seguito al dirottamento 

 

La ricerca per parole come tristezza, pianto, dolore, ansia o odio riflette un`altalena di sentimenti.11-settembre_1

Alla fine della giornata, gli sms di rabbia scambiati dagli americani erano 10 volte più che prima dello schianto e 30 minuti dopo gli attentati erano

cresciuti anche i riferimenti a stati di ansia, paura e vendetta, cosa che secondo i ricercatori spiegherebbe l`ondata di atti di discriminazione nei confronti della popolazione musulmana verificatasi nei giorni seguenti.

 

Tratto da "IlSole24Ore.com"



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni